Eventi

2012

L'incontro

Siete tutti invitati Sabato 20 Ottobre alle ore 17.30 circa presso la nostra libreria  dove si terrà la presentazione dell’ultimo libro di Michela Murgia “L’INCONTRO”.
img

Il tetto della parrocchia, il fitto dello stagno, il misterioso canale che serpeggia sotto la grata: è questa l’estate per Maurizio e per i suoi amici, un inseguirsi di giorni e avventure, serate in strada e storie di fantasmi. Ma intanto il paese si spacca in due, perdendo la naturalezza del suo invincibile presente plurale. In un crescendo esilarante e irresistibile, verso un finale dove persino le statue dei santi potrebbero diventare oggetti contundenti. Maurizio ha dieci anni e non vede l’ora che comincino le vacanze. Per lui l’estate significa stare dai nonni a Crabas: lí ogni anno ritrova Franco e Giulio, fratelli di biglie, di ginocchia sbucciate e caccia alle libellule, e domina con loro un piccolo universo retto da legami che sembrano destinati a durare per sempre. Ma nell’estate del 1986 qualcosa di imprevedibile incrinerà la loro infanzia e mostrerà a tutti, adulti e ragazzi, quanto possa essere fragile il granito delle identità collettive. Basta un prete venuto da fuori a fondare una nuova parrocchia per portare una scintilla di fanatico antagonismo dove prima c’erano solo fratellanze. In quella crepa della comunità l’estraneo può assumere qualunque volto, persino i capelli rossi di un inseparabile compagno di giochi. In questo racconto insieme comico e profondo, la penna inconfondibile di Michela Murgia ci regala un’appassionata storia di formazione in cui il protagonista scopre – insieme al lettore – cosa significa dire noi.

La linea verde

Giovedì 5 luglio ore 18:30
Simone Fancelli sarà ospite della libreria per la presentazione del libro LA LINEA VERDE (ed. Albatros)

Schermata 2012-07-02 a 10.26.53

Un piccolo paese, Soulpass, sperduto ai margini del Crater Lake in Oregon, al limitare della riserva indiana. Un luogo isolato da tutto e da tutti dove l’unica stranezza, vissuta con curiosa indifferenza dagli abitanti, è che ogni tanto “qualcuno scompare”.
Una ragazzina capitata lì dal nulla, malconcia e senza memoria, che viene trovata da un abitante del villaggio, dove comincia una nuova vita, con un nuovo nome: Neve.
Un assortimento di personaggi quanto mai vario che si trovano ad incrociare le loro esistenze con lei; si accorgeranno presto che Neve è speciale, capace a volte di mutare gli agenti atmosferici, trasgredire le leggi della fisica, oltre ad essere dotata di un incredibile talento musicale.
Sono questi gli ingredienti del romanzo “La linea verde” scritto da Simone Fancelli e pubblicato da Albatros. Una lettura dal tono leggero che si presta a una duplice chiave di lettura: gli adolescenti vi troveranno pagine dense di mistero e avventura, gli adulti invece potranno coglierne i risvolti profondi, la riflessione (scevra da condizionamenti politici, religiosi, medici) sul tema della natura spirituale e materiale del genere umano. Pagina dopo pagina il mosaico della storia si ricompone e ogni tessera, comprese le apparenti incongruenze, trova collocazione e spiegazione fino ad arrivare a un sorprendente epilogo.


Simone Fancelli è nato a Firenze il 2 maggio del 1966.
Ingegnere elettronico, musicista e titolare di una ditta di informatica, ha iniziato a scrivere riportando su carta quello che racconta ai suoi figli, a puntate, per gioco. La linea verde è il suo primo romanzo pubblicato.

AFRICA - EUROPA Percorsi di cooperazione decentrata

AFRICA - EUROPA
Percorsi di cooperazione decentrata

Intervengono:
Lucia Cocchieri, Sindaco Comune di Poggibonsi
Sestilio Dirindelli, Sindaco Comune di Tavarnelle Val di Pesa
Stefano Fusi, Consigliere provincia di Firenze e curatore del libro
Giampiero Galgani, Assessore Comune di Tavarnelle V.P. nelle legislature 1999-2009
Pape Diaw, Associazione Comunità Senegalese
Haram Sidibe, Euro-African Partnership for Decentralized Governance

Schermata 2012-05-17 a 09.36.53

Il libro è il resoconto di una storia esemplare di partenariato tra due realtà locali, l’una in Italia l’altra in Africa. Una vicenda emblematica, vista attraverso le analisi di osservatori del mondo della cooperazione internazionale, che ha visto il comune toscano divenire da semplice “finanziatore” a partner e collaboratore nei progetti di sviluppo locale. “La parola che più ci piace usare e che meglio traduce e sintetizza i nostri sentimenti verso l’Africa e il Ciad è reciprocità” (Stefano Fusi).

Profumo di Cioccolato

Presentazione del libro: Profumo di cioccolato

Schermata 2012-05-17 a 09.51.04

PROGRAMMA:
16:30 Merenda in libreria accompagnata da letture che presenteranno il libro
17:15 Laboratorio di Cake Design condotto da Giulia & Irene (max 15 partecipanti)

Il Turco a Vienna. Storia del grande assedio

Franco Cardini presenta
Il Turco a Vienna. Storia del grande assedio
(Ed. Laterza - 2012)
Introduce il prof. Marco Barsacchi

Schermata 2012-05-17 a 09.42.13

“E’ stata davvero una grande giornata, quel 12 settembre 1683, fondamentale per la storia dell’Europa moderna.”

La Generazione

Venerdì 18 Maggio ore 18:30

Simone Lenzi presenta La generazione (Dalai Editore)

Schermata 2012-04-25 a 10.38.47

“L’esordio formidabile del cantante dei
Virginiana Miller che affronta un tema attualissimo con grazia e originalità: il desiderio di avere figli per come questo si declina al maschile e al femminile, una via di uscita all’ossessione, una seconda chance che i protagonisti daranno a se stessi per tornare a vivere.
Una cura oltre la medicina.”

Da questo libro Paolo Virzì realizzerà il suo prossimo film

Introduce Claudia Gianmaria (Radio3 Network)

Io sono la guerra

Adelchi Battista presenta Io sono la guerra (Rizzoli)
Introduce
Angela Terzani Staude
“Un romanzo storico in presa diretta, basato su notizie e fughe di notizie, tutte vere tutte accadute. Il romanzo che inventa il nuovo modo di raccontare la storia”

Schermata 2012-04-16 a 11.47.18

”Giugno 1943. La Seconda guerra mondiale è a un punto di svolta. Hitler concentra le truppe sul fronte orientale, mentre i suoi ingegneri lavorano a un nuovo potente missile che potrebbe rivelarsi l'arma risolutiva. L'Italia è sempre più provata dagli attacchi alleati e il regime di Mussolini vacilla, osteggiato da ampi strati della popolazione e minacciato dagli stessi "amici" tedeschi. Mentre Stalin e Churchill elaborano strategie politiche e militari, il Vaticano tratta con gli Stati Uniti affinché Roma venga risparmiata dai bombardamenti. Giorno dopo giorno, attraverso un implacabile racconto in presa diretta, Adelchi Battista ricostruisce le drammatiche settimane in cui, nelle stanze del potere ma anche nelle case della gente, l'Europa si scopre ferita e non distingue più tra eroi, vittime e carnefici: la guerra è ovunque, la guerra è di tutti.”
 
 Adelchi Battista è nato nel 1967 e vive a Roma. Scrive per la radio, la televisione e il teatro. Questo è il suo primo romanzo.

Apertura STRAORDINARIA!

DOMENICA 22 APRILE
ORE 15:30 - 19:30
APERTURA STRAORDINARIA
Pasted Graphic
ACQUISTA UN LIBRO
NOI TI OFFRIAMO UN CAFFE’

Campione d'Europa

Nella sala esterna della Libreria, incontro con l’autore del libro, coinvolgimento delle persone tramite attore teatrale che saltuariamente entrerà in scena recitando alcune frasi più intense della pubblicazione

Schermata 2012-04-13 a 11.57.21


La pubblicazione di un libro ha molteplici aspetti sociali, dalla divulgazione di cultura letteraria a un messaggio positivo per le generazioni. Tutto ciò viene maggiormente amplificato se i libro, come in questo caso, vuole ricordare ai giovani le atrocità della guerra, di come l'odio e la divisione possono solo distruggere vite innocenti e sogni legittimi. Poggibonsi ha pagato un forte tributo durante l'ultimo conflitto mondiale ma oggi molti ragazzi non si rendono conto che la libertà non è una cosa ''scontata'' ma un bene prezioso da difendere ma anche da dare. Se questo libro di poche pagine, non certo noioso e pesante, riuscirà a farli riflettere per un solo istante avremmo raggiunto un traguardo importante.

Saluti,
Mori Mauro

La carta più alta

Marco Malvaldi presenta il quarto libro della saga del Barlume

Schermata 2012-03-20 a 19.13.54

Sarà lo stesso Marco Malvaldi a presentare il suo ultimo libro "La carta più alta" edito da Sellerio. Con l'introduzione di Claudia Giammaria di Radio 3 Network infatti lo scrittore sarà a Poggibonsi il prossimo 30 marzo, alle 18,30 nella libreria "Il mondo dei libri" di via Sardelli. Il libro rappresenta il quarto episodio della saga del Barlume con la quale Malvaldi si è fatto conoscere dal grande pubblico. Anche in questo libro Aldo, Ampelio, Gino e Pilade, i quattro pensionati-detective di Pineta affondano fra un pettegolezzo, una bevuta e quattro risate, rompendo la monotonia della placida vita di provincia con arguzia e ironia. E dimostrando alla fine che la scienza serve, anche tra i tavolini di un bar. L'iniziativa è realizzata dalla libreria con il patrocinio del Comune.
Info: www.ilmondodeilibri.it e 0577.939165.

in collaborazione con
Schermata 2012-03-20 a 19.11.40

Tre giorni tra le righe

 Nell’ambito della Manifestazione “TRE GIORNI TRA LE RIGHE”
il Comune di Poggibonsi e la Libreria Il Mondo dei Libri
organizzano la presentazione del libro di Roberto Costantini.

Schermata 2012-02-22 a 16.11.42

Sarà presente l'autore introdotto da Dario Ceccherini

"Tu sei il male" di Roberto Costantini, edito da Marsilio
"Tu sei il male" è il primo volume di una trilogia di thriller con
protagonista il commissario Balistreri. Ambientata a Roma, narra agli
italiani gli aspetti più crudi e i lati più oscuri del loro Paese senza sconti e
indulgenze.

“Si intitola Tu sei il male. L'autore si chiama Roberto Costantini, romano ma nato in Libia, ingegnere quasi sessantenne che non aveva mai scritto niente finora e si rivela, al suo debutto, un maestro assoluto. L'editore è Marsilio, lo stesso della Trilogia di Larsson. Un segno del destino perché Tu sei il male è il primo di tre volumi e, come è accaduto agli svedesi con Larsson, narra agli italiani gli aspetti più crudi e i lati più oscuri del loro Paese senza sconti e indulgenze. Dopo averlo divorato fino all'ultima delle sue quasi 700 pagine, gli italiani capiranno che, in questo frangente tempestoso della loro storia, ne avevano bisogno come il pane per capire come sono fatti (e, soprattutto, un bel po' sfatti). E capiranno ancora che poteva essere scritto solo sotto forma di noir. Non per ossequio alla moda letteraria imperante, ma perché il mezzo è il messaggio, nel senso che gli italiani ci vivono dentro un noir. […..]Due ultimissime cose prima di lasciarvi al piacere della lettura di questo capolavoro (non segue dibattito). La prima è che se Friedrich Nietzsche tornasse sulla terra per scrivere un noir, scriverebbe senza dubbio Tu sei il male. La seconda cosa è che a un certo punto del libro si sentono echeggiare le note di My way di Frank Sinatra: «And now, the end is near; and so I face the final curtain». Ecco, Tu sei il male è una My way letteraria, lo spirito è quello, la «maniera» è quella.”

Antonio D’Orrico (Corriere della Sera)